Appalti

Gli stranieri in edilizia scendono dal 19 al 16,4% - Qualifiche più basse degli italiani

di Alessandro Arona

IX° Rapporto Fillea-Di Vittorio sui lavoratori immigrati nelle costruzioni: il 55% è operaio comune (gli italiani solo il 28%)

La crisi ha ridotto il peso degli stranieri sul totale della forza lavoro nel settore delle costruzioni, dal 20 al 16,4% circa in un solo anno, tra il 2013 e il 2014, con 50mila unità in meno. Tuttavia la quota di lavoratori non italiani resta tra le più alte nei vari settori produttivi: a parte i servizi alla persona, dove si arriva al 39% di stranieri, più stranieri che in edilizia ci sono solo inalberghi e ristoranti (17,7%), seguito appunto dalle costruzioni al 16,4%, dall'agricoltura al 14,1...