Appalti

Tav/2. Via libera del Mit alla Brescia-Padova (dopo tre mesi di «analisi»)

di Alessandro Arona

Sostanzialmente positiva la valutazione costi-benefici condotta dal ministero delle Infrastrutture. Costo totale: 8,2 miliardi di euro

È un via libera quasi senza condizioni quello decretato dal ministero delle Infrastrutture alla nuova ferrovia ad alta capacità Brescia-Verona-Padova, opera da 8,6 miliardi già approvata in via definitiva dal Cipe per ampie tratte. L'analisi costi-benefici pubblicata sul sito del ministero dà risultati come sempre controversi a seconda di scenari e letture dei numeri, ma la decisione è politica, pronta da mesi e tenuta nei cassetti prima delle elezioni europee: via libera all'opera senza modifiche...