Appalti

Grandi opere, spunta l'ipotesi associazione per delinquere tra i vertici Cociv

di Ivan Cimmarusti e Sara Monaci

Un'ipotesi del gip di Roma che ritiene presidente e direttore del consorzio all'interno di «una organizzazione criminale»

Una associazione per delinquere nascosta nei vertici del consorzio Cociv, il general contractor incaricato della realizzazione dell'alta velocità Milano-Genova. Un'ipotesi del gip di Roma, Gaspare Sturzo, che ritiene Michele Longo ed Ettore Pagani - rispettivamente presidente e direttore del consorzio - all'interno di «una organizzazione criminale».

Lo scenario che delinea il giudice potrebbe aprire nuovi scenari nell'inchiesta sul «sistema dei sub-appalti nelle Grandi opere». C'è da dire che la Procura...