Urbanistica

Bonus edilizi, scoperta truffa record con oltre 2,8 miliardi di crediti inesistenti

di Mau. S.

Operazione con perquisizioni in Campania, Lombardia e Piemonte. Interventi relativi soprattutto a ecobonus e bonus facciate

Doppio sequestro record da oltre miliardi di euro tra la Campania e il Piemonte operato dalla Guardia di Finanza in collaborazione con l'Agenzie delle Entrate.

Crediti d'imposta fittizi, per circa 1,7 miliardi di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Avellino e di Napoli nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura di Avellino riguardante una maxi truffa messa a segno con i bonus per l'edilizia, principalmente e "Ecobonus" e "Bonus Facciate". La Guardia di Finanza ha scoperto l'esistenza 2,8 miliardi di euro interventi edilizi fittizi. Si tratta del sequestro di crediti d'imposta più alto di sempre. In corso perquisizioni nelle province di Napoli, Avellino, Salerno, Milano, Lodi, Torino, Pisa, Modena e Ferrara nei confronti di 21 indagati per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato.

I finanzieri hanno svelato l'esistenza di 2mila interventi edilizi su immobili inesistenti siti in Comuni a loro volta inesistenti: inserivano codici catastali senza nemmeno una corrispondenza reale.

Prima di questo sequestro il direttore dell'Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini aveva quantificato in 4,4 miliardi l'ammontare delle truffe con crediti inesistenti finora scoperte dalle Entrate e dalla Guardia di Finanza.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©