Amministratori

Acqua potabile, 3 miliardi d’investimenti ma al Sud la spesa è metà rispetto al Nord

di Sara Monaci

In breve

Le utility migliori investono 60-65 euro pro capite, le peggiori solo 5-6 euro

C’è ancora una profonda distanza tra Nord e Sud d’Italia nel settore idrico. Dal Lazio in su - pur con qualche eccezione - si investe fino a 60-65 euro pro capite; al Sud si arriva ad un minimo di 26. La media nazionale è di 44 euro pro capite, ben lontana comunque da quella europea, che si attesta a 90 euro, trainata dalle virtuose Danimarca e Germania.

Le società che investono di più sono quelle più grandi, che operano con economie di scala su un territorio più ampio - almeno provinciale -, che ...