Amministratori

Acqua pubblica, la verifica della potabilità non spetta al sindaco

di Pietro Verna

Il giudizio di idoneità sull'acqua destinata al consumo umano non spetta al Comune, ma all'autorità sanitaria locale territorialmente competente. Lo ha previsto il decreto legislativo 31/2001 «Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano», concernente tutte le acque potabili destinate sia alla preparazione di cibi e bevande o ad altri usi in ambito domestico sia alle attività delle imprese alimentari, a prescindere dalla loro origine o dal tipo ...