Amministratori

Anticorruzione, l'Anac approva il piano 2023-2025

di Giorgio Santilli

Attenzione e rafforzamento dei presidi antiriciclaggio, Busia: le stazioni appaltanti capiscano chi c'è dietro le scatole cinesi nelle gare. Semplificazione per i piccoli comuni

Forte allarme per la diffusione del riciclaggio che sempre più va a braccetto con la corruzione: le pubbliche amministrazioni dovranno tenere alta l'attenzione sul fenomeno e rafforzare i presidi che aiutino a prevenire il fenomeno. È questo l'aspetto più qualificante del Piano nazionale anticorruzione 2022, approvato dal consiglio dell'Anac il 16 novembre scorso e valido per il triennio 2023-2025. Il testo viene trasmesso ora al comitato interministeriale e alla conferenza unificata e dovrebbe essere...