Imprese

Autostrade, scattano gli arresti: «Attentato alla sicurezza e frode»

di Maurizio Caprino e Ivan Cimmarusti

In breve

Ai domiciliari l'ex-ad Castellucci e due suoi manager che un mese e mezzo prima del crollo del Ponte Morandi scrivevano: «I cavi sono già corrosi». Pressioni sull'Arma, un verbale di Polizia sparito

«Sapevano, hanno occultato», dice in un'intercettazione con la moglie Paolo Berti, direttore centrale operativo di Autostrade per l'Italia (Aspi). Le «inadeguate» barriere fonoassorbenti Integautos montate in Liguria e su tratti dell'A14 potevano crollare con una raffica di vento e finire sui veicoli in corsa. Una «sottostima del 200%», di cui era a conoscenza fin dal 2017 anche l'ex-ad Giovanni Castellucci. Ma, soprattutto, emergono la sospetta consapevolezza che «i cavi del Morandi», un mese e ...