Progettazione

Biblioteche/2. Magnano: addio al tabù del silenzio, gli spazi devono favorire lo scambio

di Mariagrazia Barletta

In breve

Intervista alla socia di Area Progetti: la massima flessibilità non si raggiunge mettendo gli scaffali sulle ruote, come molti ci chiedono, ma lavorando su arredi e organizzazione degli spazi

(Nella foto: Raffaella Magnano)
Alla minaccia tecnologica le biblioteche di pubblica lettura, quelle attive e che funzionano, rispondono incrementando l'offerta di servizi, diventando centri di gravitazione culturale, luoghi di interazione, di diffusione della cultura e di creazione di contenuti. Luoghi dove si continua ad offrire un supporto indispensabile per la ricerca e dove ci si sforza anche di agevolare le attività di consumo culturale. Alle esigenze di rinnovamento, gli spazi rispondono con...