Personale

Cassazione, illegittimo chiedere al dipendente di firmare il verbale di ripresa in servizio alla fine dell'aspettativa non retribuita

di Consuelo Ziggiotto e Salvatore Cicala

L'atto redatto dall'ufficio (che dà conto del rientro) ha un valore meramente ricognitivo della presenza

Nel caso in cui il dipendente non riprenda servizio alla scadenza del periodo di aspettativa o siano trascorsi dieci giorni dal venir meno dei motivi che ne hanno giustificato la concessione, salvo i casi di comprovato impedimento, il relativo rapporto di lavoro è risolto.

La disposizione è contenuta, nelle norme comuni sulle aspettative, di tutti i contratti collettivi nazionali dei diversi comparti (per il personale degli enti locali il riferimento è l'articolo 42 del contratto del 21 maggio 2018...