Appalti

Codice appalti/3. L’Ance stronca la bozza: «No alle mani libere, non è questo che serve»

di A.A.

In breve

«Niente bandi fino a 2,5 milioni vuol dire il 90% delle gare senza concorrenza. Massimo ribasso fino a 5,5 milioni è grave errore»

No dell'Ance alle proposte del governo per le prime modifiche del Codice appalti, norme contenute nella bozza di decreto legge semplificazione. No dell'Associazione costruttori, in particolare, alla procedura negoziata senza bando (ex trattativa privata) estesa dall'attuale tetto di 1 milione di euro fino a 2,5 milioni: «questa ipotesi desta preoccupazione - scrive l'Ance - perché è una fascia nella quale è compreso oltre il 90% dei bandi di gara, che verrebbe così di fatto sottratto a meccanismi...