Fisco e contabilità

Comuni in crisi, dalla Consulta nuovo colpo al predissesto

di Gianni Trovati

Nel piano di riequilibrio approvato nel 2013 per evitare il dissesto, il Comune di Reggio Calabria aveva calcolato un disavanzo da 110,9 milioni. Per gestirlo ha però potuto contare su anticipazioni per 258,8 milioni e su prestiti regionali per 65 milioni, mentre di rimodulazione in rimodulazione la rata annuale per chiudere il buco si è ridotta a 2,5 milioni. Per vent'anni.

Bastano queste cifre ballerine a certificare che le regole anticrisi dei Comuni non funzionano. E a spiegare il nuovo stop arrivato...