I temi di NT+Tributi e bilanci a cura di Anutel

Contabilità degli enti locali, nuova riforma o semplice evoluzione?

di Simone Simeone - Rubrica a cura di Anutel

La decisione del legislatore di far transitare gli enti locali a una contabilità accrual (competenza economica) è una volontà esplicita che parte dalla direttiva 2011/85/UE. Nelle indicazioni del Consiglio europeo, è stato chiesto agli Stati membri di dotarsi di sistemi contabili utili a generare dati fondati sul principio di competenza, al fine di predisporre i dati basati sulle norme Sec (Sistema europeo dei conti nazionali e regionali). Questo progetto è stato introdotto dal ministero dell'Economia e delle Finanze - dipartimento della ragioneria generale dello Stato con diversi progetti fino a dedicare nel Piano nazionale di ripresa e resilienza il paragrafo 1.3.11 «Dotare le Pubbliche amministrazioni di un sistema unico di contabilità economico-patrimoniale accrual»

Ma quanto gli enti locali sono coinvolti in questo percorso di riforma? Da quando? E soprattutto, sarà un nuovo sistema contabile o una versione 2.0 dell'armonizzazione?

Provando a fare qualche previsione sulla tempistica, con tutta la prudenza necessaria, si può immaginare (e forse anche sperare) che gli enti locali saranno coinvolti come ultimi in questo progetto. Questa ipotesi si basa su quanto indicato nel Pnr che indica una prima fase attuativa per i ministeri, una seconda per gli enti che già usano gli strumenti messi a disposizione dalla RgS e solo successivamente alle altre amministrazioni pubbliche.

Inoltre, è possibile affermare che, a oggi, l'introduzione dell'armonizzazione contabile con i suoi numerosi decreti correttivi, non è a pieno regime in tutte le amministrazioni locali nonostante il legislatore sia intervenuto a livello normativo (disattendendo i principi di soft-low) con un dettaglio quasi maniacale nel disciplinare tutte le fattispecie fino ad arrivare a introdurre anche gli esempi numerici.

Passando all'ipotesi di fase attuativa, non è dato sapere se sarà una evoluzione più o meno incisiva della contabilità economico patrimoniale prevista dal decreto legislativo 118/2011 oppure se si avrà il coraggio di attuare direttamente una piena contabilità economico patrimoniale. Il Pnr prevede la realizzazione di un unico sistema di contabilità economico-patrimoniale accrual, attraverso un nuovo sistema informativo strutturato in moduli collegati e integrati che, con un'unica rilevazione, sia in grado di cogliere il profilo finanziario, economico-patrimoniale e analitico di uno stesso fatto gestionale. Il solo pensiero di abbandonare la contabilità finanziaria destabilizza la maggior parte dei responsabili di ragioneria, ma è abbastanza oggettivo che nonostante gli sforzi di adattamento, l'automazione della matrice di transizione e le scritture di chiusura, l'attuale regime non riesce ad avere quell'assetto contabile di «supporto essenziale per gli interventi di valorizzazione del patrimonio pubblico, grazie a un sistema di imputazione, omogeneo e completo, del valore contabile di beni delle pubbliche amministrazioni». Questa affermazione potrebbe essere considerata eccessivamente drastica, ma l'attenzione posta dai responsabili di ragioneria alla redazione del conto economico e stato patrimoniale, se dovesse essere quantificata, si aggirerebbe intorno ad una percentuale inferiore al 5 per cento, a voler essere ottimisti. Esiste ormai un mercato parallelo in cui consulenti e case software elaborano il conto economico e lo stato patrimoniale per poter completare la redazione del rendiconto finanziario da consegnare al responsabile del servizio finanziario.

Se questa è l'attenzione alla redazione degli atti ufficiali e dato che le rilevazioni economiche dovrebbero servire a guidare l'amministrazione in corso d'opera, possiamo immaginare che gli enti locali producano elaborazioni di conti economici trimestrali o semestrali? Probabilmente tra i quasi 8mila Comuni d'Italia, ce ne sarà qualcuno per cui queste considerazioni non varranno, ma di sicuro sono la realtà più diffusa.

Unica considerazione finale: la scadenza del 2026 del Pnr è interpretabile come scadenza per la definizione del nuovo sistema e non per la sua attuazione e, sperando di essere gli ultimi a essere coinvolti, è un problema che i ragionieri degli enti locali si porranno tra qualche anno!

----------------------------------------------

LE PROSSIME INIZIATIVE ANUTEL PER IL SETTORE TRIBUTARIO
Videoseminari gratuiti per i Comuni associati Anutel
- 19/5/2021: corso per operatori di nuova nomina: la nuova imu - seconda giornata (15,00-17,00)
- 20/5/2021: le novità per la tari 2021: pef, tariffe, versamenti, tefa e trasparenza (10,00/12,00)
- 20-21/5/2021: corso pratico sul processo tributario (15,30-17,00 – 9,30-12,00)
- 21/5/2021: corso per operatori di nuova nomina: la nuova imu – terza giornata (15,00-17,00)

- 26/5/2021: imu agevolazioni covid anni 2020 e 2021 (15,00-17,00)
- 27/5/2021: tari: le novità del d.lgs. 116/2020 e le modalità di gestione del prelievo sui rifiuti (10,00-12,00)
- 27/5/2021: la motivazione degli atti impositivi e delle sentenze del giudice tributario i principi elaborati dalla giurisprudenza (15,00/17,00)
- 31/5-1/6/2021: corso di preparazione e qualificazione per funzionari responsabili della riscossione (9,00-13,00 / 14,30 – 18,30)
- 4/6/2021: l'accertamento nei tributi comunali e gli istituti deflattivi del contenzioso (15,00-17,00)
- 9/6/2021: focus imu pertinenze – le aree e i fabbricati (15,00-17,00)
- 16/6/2021: imu: beni merce, leasing, comodati e canoni concertati (15,00-17,00)

LE PROSSIME INIZIATIVE ANUTEL ALTRI SETTORI
Videoseminari gratuiti per i Comuni associati Anutel
- 20/5/2021: gestione del personale degli enti territoriali - seconda giornata (9,00-11,00)
- 24/5/2021: la privacy governance nella p.a. organizzare un efficiente sistema di gestione post gdpr (15,00-17,00)
- 8/6/2021: l'affidamento di incarichi di patrocinio legale nel settore pubblico (10,00/12,00)

CORSO PER GLI ORGANISMI INDIPENDENTI DI VALUTAZIONE (OIV)
PROGRAMMAZIONE, PERFORMANCE E RISK MANAGEMENT NEGLI ENTI LOCALI
Corso che consente l'acquisizione dei crediti formativi richiesti dalla legge ai componenti degli OIV.
-Dal 2/07/2021 al 30/07/2021 dalle ore 13,00 alle ore 16,00: il corso si svolgerà in 9 giornate (12/07-5/07-9/07-12/07-16/07-19/07-23/07-26/07-30/07)

Per informazioni ed iscrizioni consultare il sito Anutel.

Ricerca Bandi

Solo per gli abbonati il motore di ricerca dei bandi di lavori, progettazione e aggiudicazioni pubblicati in tutta Italia

Codici

La Costituzione e i quattro Codici istituzionali costantemente aggiornati