Appalti

Corte Ue, procedura di infrazione all'Italia per il trattamento delle acque reflue urbane

di Amedeo Di Filippo

In breve

La Repubblica italiana è venuta meno agli obblighi incombenti in forza della direttiva Cee del 1991

La Repubblica italiana è venuta meno agli obblighi incombenti in forza degli articoli da 3 a 5 e 10 della direttiva 91/271/Cee del 21 maggio 1991, sul trattamento delle acque reflue urbane, in quanto ha omesso di dotare di reti fognarie un elevato numero di agglomerati urbani, garantire che le acque reflue urbane che confluiscono in reti fognarie siano sottoposte, prima dello scarico, a un trattamento secondario o equivalente o «più spinto» laddove previsto, garantire che la percentuale minima di...