I temi di NT+Professionisti a cura di Ancrel

Gli istituti del Dlgs 267/2000 per il superamento della crisi finanziaria degli enti locali: stato dell'arte e riflessioni

di Andrea Ziruolo (*) e Marco Berardi (**) - Rubrica a cura di Ancrel

Il tema dell'attualità degli istituti previsti dal Dlgs 267/2000 per il superamento della crisi finanziaria degli enti locali è stato al centro del dibattito nell'ambito del convegno organizzato il 27 maggio dal dipartimento di Economia Aziendale dell'Università degli studi «G. d'Annunzio» di Pescara.

Nella sessione mattutina, gli interventi del dottor Antonio Colaianni e del dottor Salvatore Bilardo, nel sottolineare lo stato di profonda sofferenza economico-finanziaria degli enti locali, hanno posto l'attenzione su come la sentenza n. 115/2020 della Corte Costituzionale abbia evidenziato che «le crisi finanziare degli enti non sono sempre imputabili a cattiva amministrazione ma sono, in alcuni casi, conseguenza delle difficoltà economiche e sociali del territorio».

A questo proposito, gli illustri relatori hanno evidenziato la necessità di un intervento concreto da parte dello Stato attraverso interventi non solo di natura finanziaria al fine di scongiurare gli "artifici contabili" operati presso troppi enti locali che mirano solo a rinviare lo status di "deficit finanziaria" e non a risolverlo.

A riguardo, il dottor Salvatore Bilardo, ispettore generale capo per la finanza delle pubbliche amministrazioni della Ragioneria dello Stato, ha sottolineato l'importanza dell'introduzione dell'«indice di vulnerabilità sociale» e «dell'indice di capacità fiscale» previsti dall'articolo 53 del Dl 104/2020, come integrato dall'articolo 1, comma 775, legge 178/2020, al fine di avviare un processo di risanamento di squilibri profondi correlati a caratteristiche socioeconomiche e territoriali diversamente non sanabili dai singoli enti con mezzi e risorse proprie.

Il dottor Antonio Colaianni, direttore centrale della finanza locale presso il ministero dell'Interno, ha inoltre sottolineato come l'introduzione degli indici risulti efficace laddove lo stato intervenga relativamente ai tagli e alla compensazione di risorse a disposizione degli enti locali, al blocco delle aliquote delle imposte e al contrasto dell'evasione dei tributi locali consentendo di superare l'inadeguatezza delle strutture gestionali in particolare negli enti di modeste dimensioni.

Questa necessità è stata altresì evidenziata dal Prefetto della Provincia di Chieti, dottor Armando Forgione il quale ha sottolineato l'importanza del ruolo svolto dalla governance degli enti locali in particolare nel processo di programmazione e performance istituzionale degli enti territoriali.

I lavori sono proseguiti con la relazione del dottor Angelo Maria Quaglini, magistrato della Corte dei conti, che ha delineato lo stato dell'arte relativamente alla responsabilità contabile di amministratori, dirigenti e dei revisori dei conti degli enti locali in crisi finanziaria richiamando il ruolo di supporto svolto dalle Sezioni di Controllo regionali.

Con l'intervento del dottor Davide Di Russo, consigliere del Cndcec, è stata data rilevanza all'impatto della gestione degli organismi partecipati sul deficit di bilancio degli enti locali evidenziando come il perdurare da oltre vent'anni di una malagestione economico finanziaria delle public utilities italiane, i cui effetti si riflettono direttamente non solo sul bilancio degli enti territoriali ma sugli stessi operatori a seguito delle azioni di responsabilità (articolo 2497 del codice civile) ormai chiaramente possibili (Tribunale di Palermo, sezione v civile, sentenza n. 1842/2021).

La sessione mattutina si è quindi conclusa con gli interventi del dottor Simone Simeone, vicepresidente Ardel delegato per il centro sud e direttore generale della Provincia di Taranto, il quale ha posto l'attenzione sulle incongruenze operative delle procedure di gestione della crisi finanziaria degli enti locali e del dottor Niceta Corvino, augmented city consulting di Municipia – gruppo Engineering che ha sottolineato importanza e modalità di un'efficace gestione delle entrate tributarie e patrimoniali per evitare il dissesto dei Comuni.

I lavori sono quindi proseguiti nella sessione pomeridiana con l'intervento della Professoressa Maria Teresa Nardo sul tema della resilienza dei Comuni gestiti in sistematico deficit finanziario. Attraverso l'analisi della situazione economico finanziaria condotta su di un campione di enti della Regione Calabria è stata data evidenza empirica di come gli squilibri dell'ente locale siano direttamente correlati a caratteristiche socioeconomiche e territoriali non sanabili dai singoli enti con mezzi e risorse proprie rimarcando nuovamente i contenuti della sentenza n. 115/2020 della Corte Costituzionale.

L'intervento del dottor Marco Berardi, ha inoltre evidenziato la necessità di potenziare l'attuale sistema di indicatori di deficitarietà strutturale attraverso il supporto di algoritmi "machine-learning" in grado di migliorare la capacità predittiva della sofferenza finanziaria degli enti territoriali. La parte conclusiva dei lavori è stata affidata a dirigenti, funzionari ed amministratori di enti locali in deficitarietà strutturale, mostrando quelli che sono stati i principali interventi posti in essere per risanare i bilanci comunali.

A conclusione dei lavori, il chairman del convegno professore Andrea Ziruolo, presidente comitato scientifico Ancrel, ha evidenziato la necessità di rivedere gli istituti previsti dal Dlgs 267/2000 proponendo di costituire un tavolo di lavoro nazionale composto da tecnici ministeriali e da esperti provenienti dal mondo accademico e delle professioni, per approfondire e dirimere le criticità emerse nel convegno e per contribuire a una eventuale "riscrittura" delle norme contenute nel titolo VIII del Tuel.

Se di interesse, è possibile rivedere la registrazione del convegno sulla pagina del dipartimento di Economia Aziendale dell'università "G.d'Annunzio di Pescara, all'indirizzo: https://dea.unich.it/evento-gli-istituti-exdlgs-2672000-per-il-superamento-della-crisi-finanziaria-degli-enti-locali-sono-ancora-attuali-2914.

(*) Professore ordinario di Economia Aziendale Ud'A, responsabile scientifico Ancrel
(**) Ph.D., segretario Ancrel Abruzzo

---------------------------------------------------------------

Gli appuntamenti per i revisori degli enti locali

IL RUOLO DEL MINISTERO DELL'INTERNO NELLA REVISIONE DEGLI ENTI LOCALI
Evento formativo webinar organizzato da Ancrel in collaborazione con Odcec Bologna a cura della Commissione Studi dell'Odcec di Bologna Enti Pubblici il giorno 24 giugno 2021 dalle ore 10.00 alle ore 13.00. Evento valido ai fini della formazione professionale continua per gli iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli EspertiContabili. I partecipanti interessati, a fine convegno, saranno sottoposti ad un test di verifica, secondo le modalità stabilite dal ministero. Maggiori dettagli nela locandina

FORMAZIONE SU ENTI LOCALI E-LEARNING 2021
L'ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Belluno, l'ordine dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili di Trento Rovereto e Ancrel, sezione Veneto, mettono a disposizione dei soggetti che operano negli enti locali una proposta formativa in modalità e-learnig on demand. Le attività formative sono rivolte in particolare ai responsabili dei servizi finanziari, tributi, personale, contratti, partecipate, ai segretari provinciali e comunali, ai Presidenti di Provincia, sindaci, delegati provinciali e assessori comunali, ai dottori e ragionieri commercialisti ed esperti contabili, ai revisori legali. Il programma è articolato su dodici lezioni, ciascuna di 2 ore. Maggiori dettagli nella brochure

INTRODUZIONE ALLA REVISIONE DEI CONTI NEGLI ENTI LOCALI
Seminario di formazione di base in 8 lezioni su piattaforma GoToWebinar (Webinar di 2 ore a lezione - n. 16 crediti formativi complessivi con Test di verifica al termine di ciascuna lezione.
1° lezione 07/05/21 ore 15 -17 L'Organo di revisione economico-finanziaria Relatore: Dott. Luciano Fazzi
2° lezione 14/05/21 ore 15 -17 L'Ordinamento finanziario e contabile e il sistema dei controlli interni Relatore: Dott. Guido Mazzoni
3° lezione 21/05/21 ore 15 -17 Il Bilancio Relatore: Dott.ssa Grazia Zeppa
4° lezione 28/05/21 ore 15 -17 La gestione del Bilancio I Relatore: Dott.ssa Tiziana Vinci
5° lezione 04/06/21 ore 15 -17 La gestione del Bilancio II Relatore: Dott.ssa Antonella Putrino
6° lezione 11/06/21 ore 15 -17 Gli investimenti Relatore: Dott.ssa Rosa Ricciardi
7° lezione 18/06/21 ore 15 -17 La gestione della tesoreria Relatore: Dott.ssa Maria Carla Manca
8° lezione 25/06/21 ore 15 -17 La rendicontazione dei risultati di gestione Relatore: Dott. Marco Castellani
Tutte le info per l'iscrizione al link https://www.ancrel.it/it/eventi.php?id=183

CORSO BASE PER REVISORI DEGLI ENTI LOCALI
In aula, a Vicenza, il 11 - 16 novembre 2021, si terrà un corso che si propone di fornire una formazione professionale di base per l'attività di revisione di enti locali necessario anche per l'iscrizione/mantenimento nell'Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal ministero dell'Interno e nel contempo anche per assolvere agli obblighi di formazione continua previsti dal regolamento di formazione emanato dal Cndcec. Maggiori dettagli nella brochure

CORSO PROFESSIONALE PER REVISORI DEGLI ENTI LOCALI
In aula, a Treviso/Belluno, dal 27 settembre 2021 all'8 novembre 2021; a Venezia, dal 28 settembre 2021 al 2 novembre 2021 e a Verona, dal 29 settembre 2021 al 3 novembre 2021 si terrà un corso si propone di fornire un aggiornamento professionale nell'attività di revisione di enti locali, necessario anche per l'iscrizione/mantenimento nell'Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal ministero dell'Interno e nel contempo anche per assolvere agli obblighi di formazione continua previsti dal regolamento di formazione emanato dal Cndcec e a quelli previsti dal programma di aggiornamento professionale per revisori legali di cui al Dlgs n. 39 del 27 gennaio 2010 (per le materie caratterizzanti gruppo A) per il mantenimento dell'iscrizione nell'Elenco dei revisori legali tenuto dal ministero dell'Economia e delle Finanze. Il corso è utile anche ad amministratori e funzionari di enti locali e società partecipate da enti locali . Maggiori dettagli nella brochure

CORSO PROFESSIONALE PER REVISORI DEGLI ENTI LOCALI
In aula, a Trento, dal 30 settembre al 4 novembre 2021 si terrà un corso si propone di fornire un aggiornamento professionale nell'attività di revisione di enti locali, necessario anche per l'iscrizione/mantenimento nell'Elenco dei revisori degli enti locali tenuto dal ministero dell'Interno e nel contempo anche per assolvere agli obblighi di formazione continua previsti dal regolamento di formazione emanato dal Cndcec e a quelli previsti dal programma di aggiornamento professionale per revisori legali di cui al Dlgs n. 39 del 27 gennaio 2010 (per le materie caratterizzanti gruppo A) per il mantenimento dell'iscrizione nell'Elenco dei revisori legali tenuto dal ministero dell'Economia e delle Finanze. Maggiori dettagli nella brochure

Ricerca Bandi

Solo per gli abbonati il motore di ricerca dei bandi di lavori, progettazione e aggiudicazioni pubblicati in tutta Italia

Codici

La Costituzione e i quattro Codici istituzionali costantemente aggiornati