Appalti

Grandi opere, varianti ai progetti senza passare dal Cipess anche nel 2024

Entro il 50% del costo. Lo prevede un emendamento del Governo al decreto Milleproroghe presentato in commissione alla Camera

di Mauro Salerno

La semplificazione che permette alle stazioni appaltanti di approvare in autonomia le varianti ai progetti definitivi delle grandi opere senza passare dal Cipess resta valida per tutto il 2024. A prevedere l’estensione della misura, introdotta dal decreto Sbloccantieri (Dl 32/2019) e scaduta a fine 2023, è un emendamento al decreto Milleproroghe depositato dal Governo alla Camera (commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio).

L’emendamento presentato dal Governo estende al 2024 la norma che...