Amministratori

Hera, un algoritmo prevede le rotture dell’acquedotto

di Michele Romano

In breve

La multiutility impiega l'intelligenza artificiale per prevenire le perdite

Un algoritmo e materiali sempre più adatti: il Gruppo Hera, secondo operatore nazionale del servizio idrico integrato, si affida all’intelligenza artificiale e alla collaborazione tra gli inglesi di Rezatec, tra i leader mondiali nel campo data analytics, e gli esperti di Alma Mater, con la quale c’è un accordo quinquennale sul fronte dell’innovazione, per migliorare la propria azione di contrasto al problema delle perdite. Già oggi, a fronte di acquedotti italiani che perdono ogni giorno una media...