Urbanistica

L'urbanistica (eterna) di Roma: il Prg è ancora tutto da attuare

di Massimo Frontera

In breve

All'approvazione (nel 2008) del nuovo piano regolatore non è seguito un rapido ed efficace passaggio a programmi e piani concreti. Tra ricorsi al Tar, burocrazia, taglio di fondi e crisi politiche, l'ordinaria amministrazione è una via crucis

Il nome di "variante delle certezze" non ha poi portato troppa fortuna alla prima manovra che nel 1997 ha aperto la complessa partita delle compensazioni urbanistiche nella Capitale. Milioni di metri cubi di potenzialità edificabile che l'amministrazione ha tagliato con un tratto di penna per salvaguardare alcuni polmoni verdi. Milioni di metri cubi che dunque hanno dovuto cercare un nuovo "atterraggio" in altri punti dello scacchiere romano. Ebbene, quella partita è ancora aperta. Nel senso che ...