Imprese

La verifica delle offerte in gara deve certificare non l'identità formale ma l'equivalenza funzionale

di EL&E

In breve

La sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa della Regione siciliana ha ribaltato una sentenza del Tar Palermo

Il criterio dell'equivalenza non può subire una lettura limitativa o formalistica ma deve, al contrario, godere di un particolare favore perché serve a garantire la massima concorrenza tra gli operatori economici: ovviamente l'equivalenza va ragguagliata alla funzionalità di quanto richiesto dalla Pa con quanto offerto in sede di gara e non alla mera formale descrizione del prodotto. Le specifiche tecniche contenute nel bando di gara hanno il compito di rendere intelligibile il bisogno che la stazione...