Amministratori

Le distanze previste dal piano regolatore non sono derogabili da accordi tra privati

di Pippo Sciscioli

In breve

Diversamente da quelle stabilite dal codice civile, le distanze fissate dal Comune tutelano interessi superiori

Le distanze fra costruzioni previste dal piano regolatore generale o dal regolamento edilizio comunale non sono derogabili dai privati, a differenza di quelle stabilite dal codice civile.
In caso contrario, le clausole pattizie sono invalide con conseguente risarcimento del danno e obbligo di demolizione del manufatto illecitamente costruito.
L'importante chiarimento arriva dall'ordinanza n. 24827/2020 della Corte di cassazione che ha risolto definitivamente un contenzioso fra il Comune di Massa e ...