Urbanistica

Nicolò Rebecchini (Acer): Autocertificazione degli interventi e silenzio assenso

di G.Sa.

In breve

Impensabile attendere che la Pa si strutturi, istruisca e formi il personale e modifichi le procedure per lavorare in modo virtuoso. Servono scelte coraggiose

«Lo smart working è un'esigenza ormai conclamata, inizialmente dettata dalla necessità di gestire il lavoro a distanza a seguito dell'emergenza sanitaria e ormai destinata a diventare la modalità lavorativa più diffusa. A fronte degli innumerevoli vantaggi che possono derivare se di questo strumento se ne fa virtù (efficienza, trasparenza, snellimento delle procedure e quindi dei tempi), lo smart working applicato alla pubblica amministrazione non dà ancora minimamente i risultati sperati». Il presidente...