Imprese

Nuovo colpo per Webuild all'estero: maxi-contratto da un miliardo per un sistema stradale in Norvegia

di Mauro Salerno

In breve

Il gruppo conquista il progetto in Ppp partecipando con una quota del 35% al consorzio Sotra Link

Arriva un nuovo maxi-contratto all'estero per Webuild, il colosso italiano delle costruzioni nato dall'acquisizione di Astaldi da parte di Impregilo. Webuild, parte del consorzio Sotra Link, si è aggiudicato il contratto da oltre 1 miliardo di euro (oltre 10 miliardi di corone norvegesi), per la costruzione e la gestione del sistema viario e di ponti definito «RV.555 Sotra Connection PPP Project», un sistema costituito da strade, tunnel, ponti e viadotti,
da realizzare in Norvegia, nella contea occidentale di Vestland.

Webuild partecipa al progetto con una quota del 35% del consorzio Sotra Link per l'esecuzione dei lavori di progettazione e costruzione, e con una quota del 10% della società di progetto cui faranno capo anche le attività di «Operation & Maintenance».

I dati chiave del progetto norvegese

Il financial closing è previsto nel primo trimestre del 2022. Il contratto porta a 10,6 miliardi di euro il valore totale consolidato dei nuovi ordini che Webuild ha acquisito, ha in corso di finalizzazione o per cui risulta migliore offerente da inizio anno, e a cui vanno aggiunti gli ulteriori 13 miliardi di euro relativi al contratto per la realizzazione della prima linea ferroviaria ad alta velocità in Texas.

Il progetto appena acquisito in Norvegia («RV.555 Sotra Connection Ppp Project»), commissionato dalla «Norwegian public roads administration»(Npra), è uno dei progetti prioritari del paese scandionavo e uno dei maggiori progetti da realizzare con la formula del Ppp nell'ambito del piano di potenziamento infrastrutturale varato dal governo norvegese.

In ballo c'è la progettazione, costruzione, finanziamento e gestione in regime di concessione di un sistema stradale che include 9 km di autostrada e un ponte sospeso tra Øygarden e Bergen. Il ponte sospeso sarà largo 30 m e lungo 900 mt, con piloni alti 144 m. Il sistema viario include anche la realizzazione di 12,5 km di tunnel (inclusi quelli secondari), 19 sottopassi stradali e pedonali, 23 accessi ai tunnel, 22 ponti e viadotti e 14 km di piste pedonali e ciclabili.

«La Norvegia è un mercato di valore strategico per Webuild - commenta Pietro Salini, amministratore delegato di Webuild. - Siamo in Norvegia da oltre 15 anni e abbiamo potuto constatare che valori parte del Dna del gruppo, come l'innovazione, la sostenibilità, l'inclusione, sono elementi fondanti per il Paese che ci ospita. Questa condivisione di valori, insieme alla spinta che il governo norvegese sta imprimendo agli investimenti in infrastrutture e in digitalizzazione, ci portano a vedere la Norvegia come un partner di riferimento ideale, con cui vogliamo lavorare e dove vogliamo investire nel lungo periodo». In Norvegia il gruppo Webuild è già impegnato nella realizzazione della «NorwayRailway Nykirke Barkaker», un tratto di 13,6 km di linea ferroviaria per il collegamento tra Nykirke e Barkaker, a sud di Oslo.

Per saperne di piùRiproduzione riservata ©
  • Ricerca Bandi

    Solo per gli abbonati il motore di ricerca dei bandi di lavori, progettazione e aggiudicazioni pubblicati in tutta Italia
  • Codici

    La Costituzione e i quattro Codici istituzionali costantemente aggiornati