I temi di NT+Professionisti a cura di Ancrel

Organo di revisione parte attiva nelle verifiche sul personale: il modello 770

di Patrizio Battisti (*) - Rubrica a cura di Ancrel

L'attività dell'organo di revisione in materia di vigilanza sulla spesa per il personale degli enti locali in quest'ultimo periodo sta vivendo un momento travagliato richiamato da più parti allo svolgimento di numerosi nuovi adempimenti: dalla certificazione per le minori entrate Covid-19 al nuovo ruolo in tema di capacità assunzionali degli enti rispetto al quale l'apposito Gruppo di Lavoro di Ancrel sta lavorando al fine di offrire ai colleghi importanti indicazioni.
Infatti, il revisore molto spesso è chiamato a ottemperare a adempimenti che esulano le competenze stabilite dall'articolo 239 del Tuel e lo obbligano a un'analisi interpretativa delle norme al fine di capire se la richiesta avanzata dall'ente debba trovare una risposta in termini di parere, certificazione e/o attestazione. Si ritiene che la funzione svolta dall'organo di revisione in termini di partecipazione agli obiettivi di contenimento della spesa non debba venir meno, quello che invece Ancrel auspica è che la prossima riforma del Tuel possa dare un'organicità alle funzioni richieste inserendole nell'alveo dell'articolo 239. Anche l'attività di vigilanza, chiaramente enunciata dall'articolo 239, comma 1) lettera c) rivolta «agli adempimenti fiscali ed alla tenuta della contabilità da effettuare anche con tecniche motivate di campionamento», lascia aperti alcuni interrogativi su come procedere nello svolgimento di queste verifiche. Sicuramente un aiuto sostanziale viene fornito dal consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili che negli ultimi anni ha licenziato due documenti che cercano di fare chiarezza o almeno aiutano l'organo di revisione a individuare il perimetro entro il quale debba essere svolta l'attività di vigilanza in materia fiscale e nei rapporti dell'ente in qualità di sostituto d'imposta.

I documenti di riferimento
Dei "controlli sugli adempimenti fiscali" si occupa il documento n. 11 dei principi di vigilanza e di controllo degli organi di revisione degli enti locali (febbraio 2019) mentre il recente quaderno n. 2 «strumenti operativi», licenziato a luglio 2020, individua alcune check list «che, senza presunzione di completezza ed esaustività, possono costituire la base per predisporre la documentazione utile a comprovare il lavoro svolto e a ottenere gli elementi probativi, validi e sufficienti , ai fini dell'espressione del proprio giudizio» precisando che «si tratta di strumenti operativi che, non avendo rango di principio, non sono vincolanti e possono essere declinati a discrezione del revisore».

Le verifiche da compiere
Uno degli adempimenti che in questi giorni riempie l'agenda degli organi di revisione è sicuramente la verifica del Modello 770/2020 prima della trasmissione fissata al 31 ottobre. Come ben sappiamo, l'ente locale quale sostituto d'imposta è tenuto, in ossequio al Dpr 600/73 a effettuare le ritenute alla fonte a titolo di acconto nei confronti dei lavoratori dipendenti (articolo 23), dei percipienti redditi assimilati a lavoro dipendente, per esempio gettoni di presenza e indennità degli amministratori (articolo 24), dei percipienti di lavoro autonomo (articolo 25) sui soggetti svolgenti attività d'impresa per i contributi percepiti (articolo 28, comma 2). Altre disposizioni normative obbligano l'ente a effettuare ritenute sia d'acconto che d'imposta su alcune fattispecie tra cui la più ricorrente è per l'indennità di esproprio di terreni destinati a opere pubbliche o a infrastrutture urbane all'interno delle zone omogenee di tipo A, B, C, D, di cui al decreto ministeriale 2 aprile 1968, ovvero a interventi di edilizia residenziale pubblica ed economica e popolare, di cui alla legge 167/1962, corrisposte a soggetti che non esercitano imprese commerciali. L'analisi del modello 770 potrebbe essere anche l'occasione affinché l'organo di revisione può, nella propria «autonomia funzionale», decidere di effettuare i propri riscontri all'operato dell‘ente in materia di sostituto d'imposta e quindi verificare; la tempestività dei versamenti e la regolarizzazione di eventuali tardività; l'utilizzo per i pagamenti del Modello F24EP (tranne che per le Unioni dei Comuni); la trasmissione delle certificazioni uniche (Cu) per redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi e se abbia consegnato le predette certificazioni ai percipienti.

I rapporti con la contabilità finanziaria
Un particolare riscontro che l'organo di revisione è chiamato a svolgere è verificare la corrispondenza dei dati indicati nei vari quadri della dichiarazione dei sostituti di imposta Modello 770 con quelli della contabilità finanziaria e con gli importi versati risultanti dalle singole certificazioni. Sarebbe opportuno a questo proposito richiedere la stampa dei capitoli sui servizi conto terzi sui quali sono stati imputati i versamenti delle imposte e confrontarli con il totale risultante dal Modello 770, come è opportuno riscontrare che i versamenti eseguiti a cavallo d'anno siano riportati in contabilità finanziaria in conto residui passivi.

La sottoscrizione della dichiarazione
Sulla sottoscrizione dell'organo di revisione del Modello 770 non possiamo non evidenziare l'ormai irrisolto dibattito sulle diverse interpretazioni che esistono in dottrina. L'indirizzo del Cncdec nei principi di vigilanza e controllo non lascia spazio a dubbi e/o interpretazioni poiché indica al revisore di verificare «la corretta compilazione e sottoscrizione della dichiarazione dei sostituti di imposta Modello 770, anche da parte dell'organo di revisione». Ciò non toglie che per alcuni la corretta lettura delle istruzioni e alcune autorevoli interpretazioni dottrinali portano a opposte conclusioni. Le istruzioni testualmente recitano che «la dichiarazione deve essere sottoscritta anche dai soggetti che sottoscrivono la relazione di revisione ossia dal revisore contabile iscritto nel registro istituito presso il ministero della Giustizia». L'articolo 234 del Tuel non pone come condizione necessaria per lo svolgimento dell'attività di revisione negli enti locali l'iscrizione al registro dei revisori legali tenuto dal ministero della Giustizia, pertanto, l'asserzione sopra riportata pone il problema di come deve comportarsi il revisore iscritto all'ordine dei dottori commercialisti e non anche al registro. Da un punto di vista dottrinale dobbiamo segnalare una diversa interpretazione in merito all'obbligatorietà della sottoscrizione delle dichiarazioni da parte degli organi di revisione che esercitano il controllo in ambito "pubblica amministrazione" e cioè verso quegli enti individuati nell'articolo 1, comma 2, del Dlgs 165/2001 tra cui anche i Comuni. Questa interpretazione scaturisce da una lettura combinata dell'articolo 74, comma 1, del Tuir che prevede la non assoggettabilità all'imposta Ires degli enti locali e l'articolo 1, comma 5, del Dpr 322/1998 che pone l'obbligo di sottoscrizione delle dichiarazioni da parte degli organi di controllo soltanto in capo agli «enti soggetti all'imposta sul reddito delle società».
Quest'ultima tesi interpretativa è avvalorata anche da una nota dell'agenzia delle Entrate - direzione centrale normativa e contenzioso – settore fiscalità indiretta e internazionale del 27 settembre 2007, protocollo 2007/143946. Questo documento, seppur facendo riferimento alle istituzioni scolastiche e contestualmente richiamando gli organi di controllo del settore pubblico alle specifiche responsabilità in merito alla correttezza dei dati indicati nelle dichiarazioni fiscali, ritiene che «dal combinato disposto delle norme sopra richiamate si evince che l'adempimento della sottoscrizione della dichiarazione dei sostituti d'imposta anche da parte dell'organo di controllo non si applica alle istituzioni scolastiche statali, qualificate "amministrazioni dello Stato" a tutti gli effetti di legge, e in quanto tali non soggette all'Ires (ex Irpeg)».

(*) Ragioniere commercialista - Odecec Tivoli e consigliere nazionale Ancrel

-----------------------------------

Gli appuntamenti per i revisori degli enti locali

-----------------

CORSO BASE REVISORI LOCALI
Ordine dei commercialisti di Vicenza, Ancrel, Sezione Vicenza-Verona e Odcec Rovigo organizzano un corso base di aggiornamento professionale per l'attività di revisione di enti locali. Le lezioni che si terranno il 16 – 20 – 25 novembre 2020 potranno essere seguite sia in aula alla presenza dei relatori (sede di Rovigo, Best Western Hotel Cristallo) sia in collegamento streaming dall'aula (sede di Vicenza, Sala Convegni Odcec Vicenza) sia in collegamento webinar dal proprio pc. Per seguire il corso dal proprio pc è necessario accedere alla piattaforma GoToWebinar utilizzando il link che verrà comunicato dopo l'iscrizione. Maggiori informazioni nella brochure

OIV E SISTEMA DI VALUTAZIONE
Ancrel Campania con la partecipazione di Ancrel Oristano e Ancrel Nazionale (ente accreditato dal Dipartimento della Funzione Pubblica) presentano il corso «L'Oiv e il sistema di valutazione». Il Corso che sarà erogato con formazione a distanza online avrà la durata di 40 ore/40 CFU dal 15 settembre 2020 al 25 novembre2020 e si propone di garantire le conoscenze e le competenze dei professionisti in materia di Oiv. Per informazioni e contatti: tutor dott. Gorrasi e dr.ssa Giordano per contatti e mail: infoancrelcampania@gmail.com
Scarica la locandina completa e il modulo di iscrizione.

CORSO PROFESSIONALE PER REVISORI DEGLI ENTI LOCALI
Evento organizzato da Odcec Belluno, Odcec Treviso, Odcec Venezia e Odcec Verona in collaborazione con Ancrel Veneto nelle giornate:
Treviso/Belluno, dal 5 ottobre al 9 novembre 2020;
Venezia, dal 6 ottobre al 10 novembre 2020;
Verona, dal 7 ottobre all'11 novembre 2020;
Il corso è rivolto a: Dottori e Ragionieri commercialisti ed esperti contabili , Revisori legali, Presidenti provinciali, Sindaci e Assessori comunali, Segretari e Responsabili dei servizi finanziari di Province e Comuni. Per informazioni e iscrizioni Ancrel club dei revisori Veneto via Cavour, 3 - 37045 legnago(VR) Tel. 0442/600100 Mail: veneto@ancrel.it . Maggiori informazioni sulla locandina completa

CORSI WEBINAR PER REVISORI ENTI LOCALI
Ancrel Romagna e Odcec Rimini organizzano un corso webinar per i revisori degli enti locali:
1° lezione 5 novembre - ore 15:00/18:00
nuovi equilibri del bilancio armonizzato e controlli dell'organo di revisione - 1° parte, relatore: dott. Luciano Fazzi dottore commercialista - revisore legale - componente comitato esecutivo Ancrel;
2° lezione 6 novembre - ore 15:00/18:00
nuovi equilibri del bilancio armonizzato e controlli dell'organo di revisione - 2° parte, relatore: dott. Tiziano Tessaro magistrato Corte conti sezione regionale di controllo Emilia Romagna;
3° lezione 12 novembre - ore 15:00/18:00
gestione risorse umane e controlli dell'organo di revisione - 1° parte, relatore: dott. Andrea Pellegrino consulente esperto in gestione delle risorse umane enti locali;
4° lezione 13 novembre - ore 15:00/18:00
gestione risorse umane e controlli dell'organo di revisione - 2° parte, relatore: dott.ssa Grazia Zeppa dottore commercialista - revisore legale - componente comitato esecutivo Ancrel.
Al termine di ciascuna lezione sarà somministrato ai partecipanti il test di verifica che verterà sulle materie/argomenti della lezione, nel rispetto di quanto previsto dal Dm n. 23/2012 e dalla circolare del ministero dell'Interno Fl n. 7/2012, articolato in cinque domande a risposta multipla con 3 opzioni. Il test si intenderà superato e, quindi potranno essere assegnati i relativi crediti, con almeno l'80 per cento delle risposte corrette, pari a 4 risposte corrette su 5. La gestione amministrativa è a cura Ancrel Romagna.Maggiori informazioni e la domanda d'iscrizione sulla locandina.

GIORNATE DI STUDIO SUGLI ENTI LOCALI
Tivoli 23 e 30 ottobre 9 e 12 novembre in presenza
La Fondazione Aderc e l'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Tivoli ha organizzato, in collaborazione con Ancrel e la commissione enti locali e non profit, una serie di giornate di studio per approfondire tematiche di particolare interesse relative alla gestione contabile e alla partecipazione del professionista nell'attività dell'ente locale.
I convegni saranno organizzati "in presenza",massimo 40 persone, nel rispetto delle misure di sicurezza, presso l'hotel Duca d'Este, che ci consente di accogliere i partecipanti con le giuste distanze di sicurezza.
Venerdì 23 ottobre 2020 ore 14,30 – 18,30 Dott.ssa Valeria Franchi
Venerdì 30 ottobre 2020 ore 14,30 – 18,30 Dott. Luciano Fazzi - Consigliere Nazionale Ancrel
Lunedì 9 novembre 2020 ore 14,30 – 18,30 Dott. Roberto Mastrofini Avvocato .
Venerdì 13 novembre 2020 ore 14,30 – 18,30 Dott.ssa Giulia Collosi, Dott.ssa Rag. Gemma Stampatore Dott. Roberto Di Gessa
La partecipazione ad ogni singola giornata prevede l'attribuzione di 4 crediti formativi. I crediti formativi complessivi attribuibili sono quindi 16.
Scarica la brochure completa con le modalità di iscrizione dal sito web.

LA SPESA DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI TRA NUOVO REGIME ASSUNZIONALE ED APPLICAZIONE DEL CONTRATTO
Mercoledì 21 Ottobre 2020 ore 14,00 - 19,00 piattaforma GotoWebinar organizzato da Ancrel Campania e ODCEC Avellino
Seminario C7Bis SEMINARIO WEBINAR REVISORI ENTI LOCALI - ANNO 2020
Relatori: avv. Alfonso Raho Responsabile settore amministrativo legale Comune di San Sebastiano al Vesuvio, dott.ssa Francesca Tommasino servizio partecipazioni Comune di Napoli
PER PARTECIPARE ALL'EVENTO E' NECESSARIO REGISTRARSI AL LINK https://attendee.gotowebinar.com/register/5123499195797419022
scarica la locandina completa .

LA CONTABILITÀ FINANZIARIA - IL RUOLO DEL REVISORE NEGLI ENTI LOCALI
Il corso teorico pratico organizzato da Universitù di Bologna, Anc e Ancrel si svolgerà nei giorni 22, 28, 30 ottobre e 5 novembre presso il centro congressi hotel Europa - Bologna
Il corso è stato modellato miscelando le conoscenze accademiche con le esperienze vissute sul campo da segretari comunali, dirigenti amministrativi delle Pa e si prefigge di dare la possibilità a giovani laureandi e colleghi di avvicinarsi ed approfondire questa realtà.
Per l'iscrizione è necessario scrivere a segreteria@ancbologna.org segnalando a quali giornate si vuole partecipare e sarete contattati dalla Segreteria,
scarica la brochure con il programma completo e le modalità di iscrizione.

SEMINARIO WEBINAR REVISORI ENTI LOCALI - ANNO 2020
Mercoledì 27 Ottobre 2020 ore 14,00 - 19,00 piattaforma GotoWebinar organizzato da Ancrel Campania e Odcec Avellino
Seminario C7Bis SEMINARIO WEBINAR REVISORI ENTI LOCALI - ANNO 2020
Relatrice: dott.ssa Maria Carla Manca Presidente Ancrel Oristano ‐ Presidente Commissione enti pubblici ODEC Oristano
PER PARTECIPARE ALL'EVENTO E' NECESSARIO REGISTRARSI AL LINK
https://attendee.gotowebinar.com/register/3668907984412765966
scarica la locandina completa.

CORSO: LA REVISIONE DEGLI ENTI LOCALI
23 novembre 2020 - ore 08.30/13.30 e 24 novembre 2020 - ore 14.30/19.30 Grand hotel Mattei – Via Mattei, 25 Ravenna
Lunedì 23 novembre 2020 – Ore 8.30/13.30 con test finale di valutazione
Relatore: Dott. Marco Castellani - Presidente Ancrel Nazionale - Dottore Commercialista
Martedì 24 novembre 2020 – Ore 14.30/19.30 con test finale di valutazione
Relatore: Dott. Andrea Pellegrino - Esperto in tematiche relative al personale degli Enti locali. Modalità di ISCRIZIONE – Fino ad esaurimento dei posti disponibili – o DISDETTA entro il 20 novembre 2020: L'iscrizione dovrà avvenire esclusivamente tramite il portale internet www.odcec-ra.it, nella sezione "FPC – Iscrizione Eventi Formativi". Si ricorda che, la partecipazione al Convegno comporta il riconoscimento di n.1 Credito Formativo ogni ora solamente per coloro che avranno effettuato l'iscrizione tramite il portale internet. Il corso è GRATUITO per gli iscritti ANCREL ROMAGNA e ODCEC RAVENNA
per le modalità ed i costi di iscrizione scarica la locandina.

Ricerca Bandi

Vuoi seguire in anteprima le discussioni insieme ai tuoi colleghi nella community pensata per la tua professione?

Newsletter

Ogni mattina l'aggiornamento sulle ultime novità dalla redazione di Enti locali e edilizia. Uno strumento gratuito e indispensabile per professionisti e amministrazioni.