Personale

Prof di religione, l’ordinario diocesano decide sull’idoneità ma non sulla dotazione organica

Per valutare se un docente è idoneo o meno all'insegnamento della religione cattolica nella scuola primaria è determinante l'indicazione dell'ordinario diocesano, che tuttavia non ha voce in capitolo ai fini dell'individuazione delle dotazioni organiche. Un compito che non rientra nelle competenze dell'autorità ecclesiastica ma è devoluto al dirigente dell'Ufficio scolastico regionale. Lo ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 343/2018, chiamata a intervenire sulla vicenda...