Fisco e contabilità

Rendiconti, tre strade per i residui in base al loro anno di formazione

Fino a tre anni va motivato lo stralcio, da cinque anni il mantenimento

di Elena Brunetto e Patrizia Ruffini

Cancellazione dei residui attivi ultratriennali, rilevazioni sui conti correnti postali, formazione del fondo pluriennale vincolato per le opere nate sotto il nuovo Codice appalti, riaccertamento straordinario dei residui a seguito della rottamazione 2023, reimputazioni dei contributi del Pnrr digitale: sono le nuove insidie del riaccertamento dei residui riferito all’esercizio 2023. L’attività deve coinvolgere tutti i responsabili, non solo il finanziario, e i revisori: da questa dipende buona parte...