Amministratori

Restano ai Comuni gli aumenti delle indennità ai sindaci, anche in caso di rinuncia alla misura massima

Novità introdotta con la legge di conversione del Dl 7/2024 sulle consultazioni elettorali, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale

di Elena Brunetto e Patrizia Ruffini

Fino al 2025, le risorse ricevute dallo Stato e utilizzate per l’incremento dell’indennità dei sindaci e degli amministratori locali resteranno ai Comuni anche se, in passato, gli enti hanno deliberato la rinuncia, parziale o totale, alla misura massima dell’indennità. Questa novità è stata introdotta con la legge di conversione del Dl 7/2024 sulle consultazioni elettorali, la quale è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28 marzo.

L’articolo 1, commi 583 e seguenti della lLegge 234/2021 (...