Personale

Smart working: ok l'organizzazione, da migliorare valutazione degli impatti e formazione dei dirigenti

di Daniela Casciola

In breve

Presentata la prima indagine sulla qualità dei Piani organizzativi del lavoro agile in 34 amministrazioni centrali

Ottime pratiche che possono diventare benchmark di riferimento ma anche tante criticità da migliorare, come l'insufficiente valutazione degli impatti esterni e interni dello smart working e la necessità di progettare percorsi formativi mirati dei dirigenti. Sono questi i principali risultati della prima indagine sulla qualità dei Piani organizzativi del lavoro agile (Pola) 2021-2023, presentata ieri durante la riunione dell'Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche....