Appalti

Sottosoglia, con una circolare il Mit richiama l’uso delle procedure ordinarie

Ricordati i principi europei, ma restano i dubbi sulla possibilità di utilizzare le gare al posto di affidamenti diretti e negoziate senza bando

di Mauro Salerno

Ok anche alle procedure ordinarie (aperte o ristrette) negli appalti sottosoglia. È l’indicazione che arriva dal ministero delle Infrastrutture con una circolare firmata il 20 novembre. L’intervento si è reso probabilmente necessario alla luce dei dubbi circolanti all’interno degli uffici gara delle stazioni appaltanti sulla possibilità di utilizzare le procedure ordinarie per affidare i contratti al di sotto delle soglie dove il codice sembra imporre soltanto l’utilizzo di affidamenti diretti (150mila...