Urbanistica

Superbonus, il danno si traduce in mancato guadagno

di Anna Diana e Chiara Todini

In breve

Molti condòmini sceglieranno la via della ricomposizione del conflitto, provvedendo a sanare le opere abusive o, in alternativa, impegnandosi per tempo a demolirle

La violazione delle norme edilizie da parte del privato, ancorché l’opera insista sulla proprietà esclusiva di quest’ultimo, è senza dubbio un «fatto illecito», in grado di cagionare in capo agli altri condòmini un «danno ingiusto».

Questo avverrebbe in tutte le ipotesi in cui, proprio a causa delle opere abusive, il condominio non riesca ad ottenere il certificato di conformità e, conseguentemente, i condòmini non possano effettuare i lavori agevolati entro il termine previsto. Detto altrimenti, ...