Urbanistica

Superbonus, il Parlamento scommette sul mini rinvio. Ma Fratelli d’Italia ritira l’emendamento

Emendamenti di maggioranza e opposizione al Dl salva spese convergono a sorpresa su una riapertura dei termini. Dalla Lega la proposta di spalmare le spese 2023 in dieci anni

di Giuseppe Latour e Giovanni Parente

Il Parlamento torna alla carica per chiedere una riapertura, anche minima, dei termini del superbonus. Il “no” secco, ripetuto per settimane dal ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti e legato alla tenuta dei conti pubblici, non è stato evidentemente sufficiente. Le spinte per evitare l’esplosione dei contenziosi e il blocco dei cantieri, evocati dall’Ance nel corso della sua audizione di martedì scorso, continuano ad attraversare con forza i partiti, senza distinzioni tra maggioranza e opposizione...