Fisco e contabilità

Anticipazione di liquidità, rebus per i Comuni in predissesto

di Maria Teresa Nardo

In breve

La questione che si pone è quanto sia corretto - tenuto conto dei postulati contabili, primo tra tutti quello della prudenza - ricorrere a questo strumento in un ente che ha deliberato il piano di riequilibrio ed è in attesa di valutazione da parte dell'organo di controllo regionale

A pochi giorni dalla scadenza della richiesta di anticipazione di liquidità alla Cassa depositi e prestiti prevista dal Dl 34/2020, mentre la Ragioneria generale dello Stato chiarisce quali debiti possono essere inclusi nella dichiarazione Pcc da allegare alla domanda, gli amministratori dei Comuni si chiedono quanto sia «pericoloso» ricorrere all'anticipazione con il dissesto alle porte.

Il Dl 34/2020 (articoli 115 e 116) ha previsto una immissione di liquidità destinata a sostenere finanziariamente...