Appalti

Caro-materiali, nuova tegola sulle compensazioni: bocciato anche il decreto Mims sul secondo semestre 2021

di Mauro Salerno

Il Tar Lazio ribadisce le obiezioni sui criteri di valutazione dei rincari dei materiali edili e chiede al ministero di rivalutare «la conguità dei dati rilevati»

Nuova tegola sul meccanismo delle compensazioni messo in piedi dal ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) per tamponare il caro-materiali che da quasi due anni tiene stretto in una morsa il settore costruzioni. Dopo lo stop al decreto che metteva nero su bianco la valutazione di rincari avvenuti nel primo semestre del 2021, il Tar Lazio, ha bocciato anche il secondo decreto emesso dal ministero, il Dm 4 aprile 2022 (pubblicato sulla Gazzetta n.110 del 12 maggio 2022), ...