Amministratori

Concessioni per la derivazione di acque, per la domanda non serve la disponibilità dell'area

di Federico Gavioli

In breve

La legge 2/2015 della Provincia autonoma di Bolzano prevede la servitù coattiva per le aree interessate dalle opere relative alla derivazione idraulica e il trasporto dell'energia elettrica

La Corte di cassazione con la sentenza n. 14229 depositata ieri, ha respinto il ricorso di una Srl: per i giudici di legittimità in materia di concessioni idroelettriche, in riferimento a una legge della provincia autonoma di Bolzano, è stato eliminato il requisito che subordinava l'ammissibilità delle domande, alla documentazione che dimostrava la disponibilità dell'area interessata alle opere di derivazione del corpo idrico.

Il contenzioso
Nel luglio 2010 una società cooperativa ha chiesto il rinnovo...