Amministratori

Partecipate, nullo il licenziamento del direttore generale per motivi politici

di Michele Nico

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

Le contestazioni disciplinari poste alla base del caso si sono rivelate strumentali

Nelle società partecipate deve ritenersi nullo il licenziamento originato da motivazioni di tipo politico, in quanto non è legittimo estromettere un dipendente da una società, ancorché a totale partecipazione pubblica, per ragioni estranee alla sua professionalità e legate a equilibri politici locali. Questo il principio affermato dal Tribunale di Verona, Sezione Lavoro, con la sentenza 8 febbraio 2022. Sotto il profilo giuridico, la decisione ha poi precisato che la fattispecie di nullità nello ...