Progettazione

Troppe gare «a corpo» sottocosto, le società di progettazione chiedono l'intervento dell'Anac

di Mauro Salerno

Il presidente dell'Oice Scicolone segnala a Buia anche le prassi del «doppio ribasso» e l'uso di prezzari non aggiornati

Dopo l'offensiva delle imprese contro le opere pubbliche mandate in gara senza aggiornare i prezzi all'onda del caro-materiali, la protesta monta anche tra le società di ingegneria. L'Oice, associazione di riferimento delle engineering, ha deciso di sollecitare l'intervento dell'Autorità Anticorruzione, rilevando sul mercato un numero crescente di gare bandite «a corpo», cioè con importo omnicomprensivo e immutabile delle prestazioni professionali richieste nella maggiorparte di casi basato su prezzari...