Imprese

Crisi di impresa, i costruttori chiedono di rinviare al 2024 l'entrata il nuovo codice

di Mauro Salerno

In breve

Dettori (Ance): bisogna verificare la situazione di bilanci postpandemia. Unioncamere: +30% fallimenti nei prossimi due anni

I costruttori esprimono «apprezzamento» per le norme contenute nel decreto decreto sulle crisi di impresa, ma chiedono una serie di modifiche, a partire dalla «proroga al 31 dicembre 2023 dell'entrata in vigore del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza», che il Dl invece rinvia solo fino a maggio 2022. Il motivo, ha spiegato in audizione al Senato Marco Dettori, vicepresidente dell'Ance, consentire una verifica della situazione dei bilanci nei due esercizi postpandemia.

Dettori ha rilevato...