Amministratori

Il cambio dello statuto comunale non può salvare la partecipata

di Corrado Mancini

Link utili

Tratto da Top24 e Smart24

Per la sezione regionale Emilia Romagna della Corte dei conti l'operazione non può dirsi sufficiente a configurare il «vincolo di scopo»

La mera integrazione dello statuto di un ente locale, con l'inserimento di una nuova finalità istituzionale, non può dirsi sufficiente a configurare il cd. "vincolo di scopo", prescritto dall'art. 4 del Tusp presupposto necessario per la costituzione, l'acquisizione o il mantenimento di partecipazioni societarie, anche di minoranza.

Questo è il parere espresso dalla Sezione regionale della Corte dei conti per l'Emilia Romagna con la delibera n. 110/2022. Infatti l'art. 4 c.1 del Dlgs 175/2016 dispone...