Imprese

Ponte di Messina, Wwf: l’Italia rischia una procedura di infrazione

Irregolare l’assegnazione senza gara - spiega l’associazione ambientalista, perché il costo aggiornato supera del 50% il valore indicato nel primo bando aggiudicato al consorzio Eurolink

di El&E

Con il Ponte sullo Stretto di Messina «l’Italia rischia due procedure d’infrazione comunitarie: una per violazione della direttiva appalti, per aver assegnato senza gara un’opera il cui costo eccede di più del 50% del valore del contratto iniziale; l’altra per violazione della direttiva habitat e uccelli, per l’incidenza negativa che il progetto avrebbe su una delle aree più importanti per la sosta e il transito degli uccelli migratori». Lo sostiene il Wwf che per il 2 dicembre a Messina ha organizzato...