Appalti

In salute i grandi costruttori: bilanci positivi, crescita all'estero, focus sul core business

di Aldo Norsa

Fuori Italia si affacciano anche Vianini e Itinera, e si rafforzano Pizzarotti e Cmc - Meno concessioni per Astaldi e Condotte

Al vertice dell'imprenditoria delle costruzioni si respira un moderato ottimismo. Non solo l'attività all'estero continua a svilupparsi (con l'apertura di nuovi mercati nei Paesi più industrializzati) ma in patria qualcosa si muove: il Governo infatti ha un piano realistico di opere pubbliche che privilegia la conclusione di quelle già avviate. Questo si riflette in un miglior stato di salute dell'imprenditoria e quindi meno uscite dalla nostra classifica rispetto alle tre del 2015.
Nel 2016 infatti...