Imprese

Caro-materiali, decreto Mims esclude il legno: «Cantieri e posti di lavoro a rischio»

di Mauro Salerno

Marchetti (Assolegno): se non si trova soluzione effetto domino su tutto il comparto costruzioni

Un danno per «140 cantieri, 60 milioni di perdita ed esuberi sino a 1.800 unità». Sono le conseguenze negative che il comparto industriale legato al settore dell'edilizia in legno, stima di dove subire qualora il decreto del ministero delle Infrastrutture e mobilità sostenibili (Mims) che regolerà la lista dei prodotti oggetto di compensazione in materia di caro materiali all'interno dei bandi pubblici, non contemplasse il legno.

Il decreto ministeriale, che avrebbe dovuto essere emanato entro il ...