Urbanistica

Lo schema per la truffa: aziende in gravi difficoltà e prestanome anziani

di Ivan Cimmarusti

In sei mesi una banda di 78 indagati avrebbe drenato all’estero 440 milioni

In sei mesi sono riusciti ad accumulare 440 milioni di euro di crediti di imposta fasulli. «Il Coronavirus porta bene, non so più dove andare ad aprire i conti correnti in giro per il mondo», assicurano gli indagati nelle intercettazioni della Guardia di finanza di Rimini, che ha svelato una vasta frode su bonus locazioni, sismabonus e bonus facciate. Un fiume di denaro reinvestito in criptovalute, lingotti d'oro e finito in conti correnti a Malta, Cipro e Madeira.L'indagine dei pm di Rimini, partita...