Appalti

Correttivo, semplificazione a metà per i piccoli appalti: massimo ribasso solo con gara

di Mauro Salerno

In breve

Compromeso pasticciato: per i lavori sotto il milione resta l'offerta più vantaggiosa se si vuole fare la gara a inviti - Metodo anti-turbativa non obbligatorio

Semplificazioni a metà per le piccole gare. È il rischio che si porta dietro il tentativo di rendere più rapida l'assegnazione delle piccole opere pubbliche effettuato con il correttivo della riforma appalti che entrerà in vigore il 20 maggio. Da quella data le amministrazioni potranno usare il massimo ribasso per assegnare gli appalti fino a due milioni di euro, con una soglia raddoppiata rispetto a quella prevista dal codice che sopra il milione imponeva sempre l'obbligo di valutare altri parametri...