Urbanistica

A Milano lo skyline visionario di CityLife è realtà: completata anche la torre curva di Libeskind

di M.Fr.

L'edificio di 175,5 metri è stato consegnato a PwC. Manca solo il progetto di Big

Nell'infelice tempo della pandemia arriva la buona notizia del completamento della terza torre di CityLife, avviata nel 2018. Come è noto, il grattacielo ribattezzato "il curvo", disegnato da Daniel Libeskind, ospiterà l'headquarter milanese di PricewaterhouseCoopers (PwC), accogliendo nei suoi spazi circa 3mila professionisti.

Foto: David Bombelli

Anche questo cantiere milanese, come molti altri in Italia si è dovuto arrendere alle prime misure di lockdown nazionale decise dal governo, ma da maggio in poi è stato riattivato ed è arrivando a concludere i lavori grazie "all'impegno di tutte le imprese coinvolte", come sottolinea una nota di CityLife. A cominciare dall'impresa aggiudicataria, la coop Cmb di Carpi, che ha realizzato anche la torre Hadid-Generali e lo Shopping discrict (mentre per la torre Isozaki-Allianz è stata selezionata l'impresa Colombo Costruzioni).

Le tre torri di CityLife: da destra la torre Generali disegnata da Zaha Hadid, la torre PwC disegnata da Daniel Libeskind e la torre Allianz disegnata da Arata Isozaki con Andrea Maffei
Foto: Alberto Fanelli

La Torre PwC raggiunge un altezza di 175,5 metri, con 34 livelli per 33.500 mq. Lo skyline di CityLive è dominato dalle tre architetture firmate da altrettante archistar: Daniel Libeskind, Zaha Hadid e Arata Isozaki con Andrea Maffei. Caratteristica della torre PwC è la curvatura in elevazione, "resa possibile da una traslazione dei piani ad ogni livello rispetto al baricentro, un nucleo centrale in calcestruzzo armato". La struttura è sormontata da una "corona" in vetro e acciaio alta 40 metri e pesante 600 tonnellate. Una sorta di "cupola" che Libeskind ha ripreso dall'architettura rinascimentale italiana. La "corona" ospiterà al suo interno componenti di servizio: impianti di manutenzione, sistemi di climatizzazione e un impianto per il riciclo dell'acqua piovana.

Il grattacielo "il curvo" di CityLife, Milano - Dettaglio della "corona"
Foto: David Bombelli

Come gli altri due edifici completati in precedenza, anche la Torre PwC ha ottenuto la pre-certificazione Leed, in questo caso gold (invece del livello platinum ottenuto dagli altri due edifici. Ma il complesso di CityLife non è ancora terminato: il business district milanese si arricchirà infatti del nuovo progetto firmato dal famoso studio danese Big-Bjarke Ingels Group, che ha disegnato al nuova porta di accesso lungo Via Domodossola, i cui edifici ad uso uffici e retail saranno collegati da una struttura a portico.

Il grattacielo "il curvo" di CityLife, Milano
Foto: David Bombelli
Per saperne di piùRiproduzione riservata ©