Amministratori

Danno erariale, la discrezionalità delle scelte amministrative non impedisce il vaglio della Corte dei conti

di Pietro Verna

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Il giudice contabile non travalica la propria giurisdizione censurando le modalità di attuazione delle scelte amministrative

L'insindacabilità nel merito delle scelte discrezionali compiute dai soggetti sottoposti alla giurisdizione dalla Corte dei conti non comporta che esse siano sottratte a ogni possibilità di controllo sulla legittimità dell'azione amministrativa. In altri termini, il giudice contabile può e deve verificare la compatibilità delle scelte amministrative dell'ente pubblico con i fini pubblici dell'ente, che devono essere ispirati ai principi costituzionali del buon andamento e dell'imparzialità dell'amministrazione...