Il CommentoPersonale

Dirigenti, il nuovo contratto «spinge» per la differenziazione della retribuzione di risultato

di Leonardo Falduto e Marco Rossi

Il nuovo contratto della dirigenza spinge sulla leva della differenziazione della retribuzione di risultato dei dirigenti, nella prospettiva della più efficace implementazione delle logiche della performance, riprendendo la disciplina che era stata introdotta, per il comparto, dal contratto del 21 maggio 2018. Ai dirigenti che conseguano le valutazioni più elevate, infatti, deve essere ordinariamente riconosciuto un importo più elevato di almeno il 30% rispetto al valore medio pro-capite delle risorse...