Il CommentoPersonale

Una patente per rendere i concorsi pubblici più rapidi ed efficienti

di Gianni Trovati

Dove si trova la pietra filosofale capace di trasformare il carrozzone dei concorsi pubblici in un meccanismo efficiente, che riesca a selezionare i profili più adatti ai bisogni delle amministrazioni in tempi umani e non biblici? La si può cercare in un viaggio intorno al mondo, che parte dalle stanze della mitologica (non per il presidente francese Emmanuel Macron) École nationale d’administration di Parigi e poi guarda ai modelli anglosassoni della Civil Service Commission di Londra e dell’Office...