Personale

Mansioni superiori «di fatto», per le differenze retributive non serve l'atto formale di attribuzione

di Luciano Cimbolini

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

Vale il principio costituzionale che assicura comunque al lavoratore un compenso proporzionato alla qualità del lavoro prestato

La Corte di cassazione, Sezione Lavoro, con la sentenza n. 14808/2020, affronta la questione delle mansioni superiori «di fatto». In un giudizio contro la sentenza della Corte d'appello di Campobasso che aveva negato il riconoscimento ai fini economici delle mansioni superiori svolte alle dipendenze di un'azienda sanitaria, in assenza di un atto formale di attribuzione, la Cassazione, ribaltando il giudizio, ha fornito importanti indicazioni circa l'applicazione di questo istituto previsto dall'articolo...