I temi di NT+Tributi e bilanci a cura di Anutel

Digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti pubblici a discapito dell’efficienza

di Gianluca Russo (*) - Rubrica a cura di Anutel

Un gennaio così caldo non si era mai visto prima e, in questo caso, non è certo la questione climatica a tenere banco. Come “tristemente” noto infatti, dal primo del mese, la disciplina in tema di digitalizzazione dei contratti pubblici contenuta negli articoli dal 19 al 36 del Dlgs 36/2023, ha acquistato piena efficacia:

  • pensionamento dello Smart CIG;
  • attivazione della Piattaforma dei Contratti Pubblici (PCP);
  • utilizzo esclusivo nella scelta del contraente delle piattaforme di approvvigionamento digitale certificate e interoperabili;
  • nuovo modello di interoperabilità;
  • nuovo regime della pubblicità legale;

queste sono solo alcune delle novità che le stazioni appaltanti stanno affrontando con il piglio della tanto promessa e sperata quanto mai arrivata semplificazione.

D’altro canto, il fine dovrebbe essere quello dell’efficientamento delle procedure, che hanno invece subito una brusca frenata a causa di problemi operativi prima impensabili: su tutti, le difficoltà legate all’ottenimento dei CIG e alla parziale operatività delle piattaforme digitali certificate.

A questi, si è aggiunta l’impossibilità di poter continuare a fruire dell’unico vero strumento di semplificazione, il FVOE (Fascicolo Virtuale dell’Operatore economico) funzionale alla comprova dei requisiti di partecipazione alle procedure di gara, nella nuova versione 2.0.

Eppure, nella relazione al testo normativo della digitalizzazione, veniva specificato che: «L’utilizzo della tecnologia assume sempre un ruolo servente, con il fine di accrescere l’efficacia e l’efficienza dei processi decisionali…. ma non può mai implicare un arretramento delle garanzie o dei diritti degli operatori economici né dei doveri gravanti sulle pubbliche amministrazioni».

Paradosso a parte, da un punto di vista operativo, le problematiche legate all’ottenimento dei codici identificativi di gara, mettono a dura prova una delle fasi più importanti del ciclo di vita dei contratti pubblici: la programmazione.

Dal 1° gennaio 2024, l’acquisizione degli stessi, viene effettuata direttamente dalle predette piattaforme, mediante lo scambio di dati e informazioni con la BDNCP. Con la messa in quiescenza del sistema Smart, tutti i contratti sono in sostanza gestiti mediante l’acquisizione del CIG. Lo Smart CIG, resta attivo solo per consentire la visualizzazione di quelli già acquisiti alla data del 31.12.2023.

Questo il nuovo “variegato” quadro delle modalità per l’ottenimento

Mai come in questo caso, ciò che rileva non è il mezzo, ma il fine.

Ma quali sono i problemi operativi cui si faceva cenno??

È apparso da subito evidente come la digitalizzazione si concretizzi (per il Mepa così come per le altre piattaforme), nell’utilizzo di nuovi moduli informatici.

Il “distorto” utilizzo di questi, rappresenta un primo rilevante problema senza tener conto che gli stessi non risultano integrati con le piattaforme di riferimento. La Trattativa diretta Mepa ad esempio, prevede il passaggio “manuale” al modulo Anacform, funzionale alla richiesta del CIG.

Non risulta chiaro altresì, del perché questi richiedano preventive informazioni afferenti la fase di aggiudica, con l’aggravante che le stesse vengono richieste anche in caso di affidamento diretto.

Dulcis in fundo, l’obbligo di indicare una serie di dati non congrui rispetto ad esigui importi affidati, su tutti l’indicazione della tipologia di Ccnl da applicarsi.

Di recente, a rendere la situazione ancor più turbolenta, è stata l’inoperatività del FVOE 2.0

Una sorta di doppio binario. I controlli per le procedure di gara in vigenza di PASSOE (procedura di verifica FVOE 1.0) risultano regolarmente effettuabili, mentre quelli correlati alle procedure di gara indette dal 01.01.2024, risultano bloccati.

La ragione è da rinvenirsi nella mancata attivazione della nuova versione del fascicolo virtuale dell’operatore economico. In sostanza nonostante l’O.E. abbia la possibilità di depositare nel fascicolo la documentazione richiesta dalla Stazione Appaltante, questa non può essere sottoposta ai controlli di rito per la mancata interoperabilità della nuova versione 2.0 con le banche dati nazionali.

Questione certo non da poco conto, se si considera che ha determinato rallentamenti generalizzati nella fase di aggiudicazione delle forniture di beni e servizi a discapito soprattutto di quella parte di Pa che deve, per “mission” istituzionale, garantire tempi di risposta celeri in termini di soddisfacimento dei bisogni, su tutti la Sanità.

Certo l’idea di un radicale cambiamento a passo con gli altri paesi europei risulta azzeccata, ma siamo proprio sicuri che il “substrato” informatico nazionale fosse pronto a recepire la digitalizzazione? Di certo il cambiamento, quello vero, non può che nascere da una scelta consapevole.

(*) Docente Anutel

--------------

LE PROSSIME INIZIATIVE ANUTEL

CORSI IN PRESENZA

 

16/2/2024, Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): FORUM SULLA FINANZA LOCALE 2024 (9,00-16,30)

20/2/2024, Chiavari (Ge): la riforma del contenzioso tributario (9,00-16,30)

21/2/2024 Verona: le novità della finanziaria e della riforma fiscale in materia di tributi locali (9,00-16,00)

22/2/2024 Reggio Emilia - autonomia tributaria e buone pratiche: capacita’ di accertamento e riscossione dalla teoria alla pratica  (9,00-17,00)

27/2/2024 Novara, le novità della riforma fiscale e legge di bilancio (9,00-16,00)

28/2/2024 Casarza della Delizia (Pn), il rendiconto della gestione 2023 (9,00-16,30)

29/2/2024 Abano Terme (Pd), il rendiconto della gestione 2023 (9,00-16,30)

4-5-6-7/3/2024, Desenzano del Garda (Bs): MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI 

6/3/2024 Torino: l’attivita’ contrattuale senza rischi nel sistema del codice 36/2023 (9,00-16,30)

6/3/2024 Verbania: la tari e l’aggiornamento dei piani finanziari

12/3/2024 Fossano (Cn): i fabbricati nell’imu: dal contraddittorio all’accertamento (9,00-16,30)

14/3/2024 Siena: il rendiconto della gestione 2023 (9,00-13,30)

19/3/2024 Empoli (Fi): la delega fiscale, le altre novità della legge di bilancio 2024 per i tributi locali e l’aggiornamento del pef rifiuti 2024 (9,00-13,30)

10-11-12/4/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI (9,00-16,30)

6-7-8-9/5/2024 San Michele al Tagliamento (Ve): MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI (9,00-16,00)

27-28-29/5/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI (9,00-16,30)

24-25-26/6/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI (9,00-16,30)

SUMMER SCHOOL – 10-12/7/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): tributi locali: corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale

SUMMER SCHOOL – 24-26/7/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): corso di aggiornamento per responsabili ed operatori del servizio finanziario

SUMMER SCHOOL – 7-9/8/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): tributi locali: corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale

SUMMER SCHOOL – 28-30/8/2024 Sede Nazionale ANUTEL, Montepaone (Cz): corso di aggiornamento per responsabili ed operatori del servizio finanziario

 

VIDEOCORSI IN MATERIA TRIBUTARIA/RISCOSSIONE

 

8/2/2024: la delega fiscale e le altre novità della legge di bilancio 2024 per i tributi locali (15,30-17,30)

22-23/02/2024: corso di aggiornamento biennale per funzionari responsabili della riscossione gia’ in possesso di qualifica  e nominati ai sensi dell’art. 1 comma 793 Legge 160/2019

12-15/03/2024: corso di preparazione e qualificazione per funzionari responsabili della riscossione

28/3/2024: imu ed aree fabbricabili nozioni generali ed agevolazioni riservate al comparto agricolo (10,00-12,00)

17-18/04/2024: corso di formazione per messi notificatori legge finanziaria 2007 commi 158, 159, 160, 161 con esame di idoneità

 

VIDEOCORSI IN MATERIA FINANZIARIA

 

7/2/2024: il bilancio di previsione 2024/2026: la gestione in esercizio provvisorio (9,30-11,30)

15/2/2024: adempimenti preliminari per la redazione del consuntivo 2023 (9,30-11,30)

26/2/2024: le variazioni di bilancio (10,00-12,00)

4/3/2024: contabilità armonizzata e gli appalti dopo il parere del mef n. 53/2023 (15,30-17,30)

11/3/2024: le crisi finanziarie: evoluzione e sviluppi (9,30-11,30)

12/3/2024: debiti fuori bilancio e passività pregresse. similitudini e differenze (10,00-12,00)

15/3/2024: il peg e gli obiettivi di gestione alla luce del dm 25 luglio 2023 (10,00-12,00)

25/3/2024: la contabilizzazione e gestione delle entrate del codice della strada (10,00-12,00)

26/3/2024: debiti fuori bilancio (10,00-12,00)

27/3/2024: la gestione dei fondi accantonati e vincolati nel consuntivo 2023 (9,30-11,30)

8/4/2024: dalla contabilizzazione alla rendicontazione delle opere pubbliche nel consuntivo 2023 (9,30-11,30)

22/4/2024: i debiti fuori bilancio: dal riconoscimento alla contabilizzazione (9,30-11,30)

 

VIDEOCORSI ALTRE MATERIE (APPALTI, PERSONALE, PRIVACY, TRASPARENZA)

 

13-17/2/2024: tecniche di redazione degli atti amministrativi

12-15-19/2/2024: corso base sui principali delitti contro la pubblica amministrazione

13-20-27/2/2024: tecniche di redazione degli atti amministrativi

19/2/2024: il regolamento interno di disciplina dei procedimenti e procedure nel sottosoglia (10,00-12,00)

18/3/2024: l’esecuzione del contratto di beni/servizi (10,00-12,00)

21/3/2024: l’evoluzione dei modelli organizzativi agili e resilienti ed il loro inquadramento normativo/contrattuale (9,30-11,30)

25/3/2024: gli incentivi per funzioni tecniche: differenze e novità tra codice del 2016 e nuovo codice dei contratti (10,00-12,00)

 

CORSO PER GLI ORGANISMI INDIPENDENTI DI VALUTAZIONE (OIV)

 

PROGRAMMAZIONE, PERFORMANCE E RISK MANAGEMENT NEGLI ENTI LOCALI

 

Corso che consente l’acquisizione dei crediti formativi richiesti dalla legge ai componenti degli OIV.

Corso FAD 2024: Programmazione, Performance e Risk Management negli Enti Locali

- Il corso si terrà dal 8 al 26 APRILE 2024.

https://www.anutel.it/iniziative/Formazione_OIV.aspx