Personale

Pa, per lo Smart Working niente categorie prioritarie

di Gianni Trovati

In breve

Dalla bozza scompare la corsia preferenziale per genitori e disabili

Nella distribuzione dello Smart Working le Pa dovranno tenere conto dei lavoratori in «condizioni di particolare necessità», ma non saranno prefissate corsie preferenziali per i genitori di bambini fino a tre anni, per i portatori di handicap o chi assiste famigliari disabili. Nell’ultima bozza del contratto nazionale delle Funzioni centrali (ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici), che nella parte ordinamentale anticipa i contenuti di tutti i comparti, scompare l'indicazione esplicita...