Personale

Dipendenti, la mobilità volontaria cancella l’assegno ad personam

di Gianluca Bertagna e Salvatore Cicala

Link utili

Tratto da Plusplus24 e Smart24

In breve

La Funzione pubblica fissa le regole nei trasferimenti in enti di un altro comparto

Al dipendente pubblico che con la mobilità volontaria transita nei ruoli di un’altra Pa, appartenente ad altro comparto di contrattazione, deve essere riconosciuto solo il trattamento giuridico ed economico, compreso quello accessorio, previsto nei contratti collettivi del comparto dell'amministrazione di destinazione.

La clausola di salvaguardia contemplata nell'articolo 30, comma 2-quinquies, del Dlgs 165/2001, che prevede il riconoscimento di un «assegno ad personam riassorbile» in presenza di ...